mercoledì 28 gennaio 2015

Canederli di polpo


Nuovo anno e prima ricetta per l’MTC che è arrivata alla 44a sfida con i Canederli all’ampezzana di Monica, del blog One in a Million. La sfida è molto interessante e ispirandomi a un mio amico che quando ha a disposizione delle freschissime mazzancolle o scampi del Quarnero è solito dire “con loro nessuna filosofia” per intendere che sono così freschi e buoni che non bisogna stare a pensarci troppo su come prepararli, al contrario il mio amore per il polpo mi porta a filosofeggiare su questo che è uno degli alimenti del mare più importanti e sani che ci siano. 

Partiamo subito allora con questi canederli di polpo, che vogliono in qualche maniera simboleggiare l’unione fra Nord e Sud, affiancando a una preparazione molto diffusa al Nord, i canederli per l’appunto, ingredienti meridionalissimi come il pane di Laterza 

 Pane di Laterza


e sua maestà il POLPO!

Ingredienti per 5 canederli:

brodo

1 porro

1 costa di sedano

1 foglia di alloro

2 spicchi di aglio

1 pomodoro ciliegino

1 pezzo di zenzero di circa 15 g

olio evo

canederli al polpo

150 g di pane di Laterza a dadini (al pane va eliminata la crosta)

100 g di polpo

1 uovo

½ cucchiaio di farina

brodo per ammorbidire

per il condimento

una cicoria cimata

peperoncino in polvere

olio evo

Preparate il brodo di polpo facendo sudare in pentola per 7-8 minuti il porro, la costa di sedano, gli spicchi di aglio, il pomodorino e il pezzo di zenzero in un cucchiaio circa di olio d’oliva. Aggiungete un litro e mezzo di acqua fredda e subito dopo la foglia di alloro e il polpo. Lasciate cuocere per circa 60-70 minuti.

Nel frattempo preparate il condimento con cui accompagnerete i canederli. Lessate la cicoria in acqua e sale. Una volta cotta, frullatela e saltatela in padella con olio e peperoncino in polvere (a piacere).

Una volta cotto estraete il polpo dalla pentola, filtrate il brodo eliminando le verdure e lasciate solo il brodo in pentola.

Brodo filtrato

Tagliate a piccoli pezzi 100 g di polpo. Quello restante potete utilizzarlo aumentando le dosi per questa ricetta o usarlo per altre strepitose ricette. Il polpo è un ingrediente molto versatile.

Tagliate il pane a piccoli pezzetti e sistemateli in una terrina ampia, bagnatelo con un po’ del brodo rimasto raffreddato, versatevi un uovo e mescolate bene. Correggete eventualmente la consistenza con un po’ di brodo. Fate riposare il composto e poi aggiungete il polpo tagliato a piccoli pezzi e la farina. Mescolate bene in maniera tale che il composto sia ben amalgamato e compatto formando delle sfere di circa 4-5 cm di diametro.

 Canederli prima del tuffo in brodo

Cuocete i canederli nel polpo di brodo, portato ad ebollizione, per circa 10 minuti.

Servite nei piatti adagiando i canederli sulla passata di cicoria.

Con questa ricetta partecipo all'eMMeTiChallenge n. 44 di Monica, la sfida dei Canederli.   



7 commenti:

  1. Cristian, in ricordo dei tempi in cui nella community credevano che fossi mio marito... ti lovvo!!
    Hai messo il polpo nei canederli!!! Ma quanto ti lovvo!!??
    Voglio provare a farli il prima possibile!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Saparunda!!! Provali sono buonissimi. ;-)

      Elimina
  2. Interessante contaminazione con i canederli o brotknoedel rigorosamente con speck e company abbinati al pesce. Mi piace l'idea veramente anche la passata di circoria l'amaro ci vuole per spezzare l'insieme dei sapori nel canederlo. Da provare magari con una base di radicchio rosso perchè la cicoria a maritozzo non piace farò le due varianti. Grazie e buona serata, salutami Mari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Edvige! sono contento che ti piaccia questa contaminazione culinaria.

      Anche il radicchio rosso al posto della cicoria può essere un'ottima variante.

      Elimina
  3. Una punta di piccante, una nota dolce equilibrata dalla cicoria amara e lo zenzero che profuma e si armonizza col peperoncino.
    Bella reinterpretazione, con un interno compatto e che evidenzia bene l'ingrediente con il sapore principale.
    Grazie per questo piatto molto interessante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica! Sei riuscita a farmi immergere nel mondo dei canederli che è un mondo abbastanza lontano dal mio, ma è stato amore a prima vista e voglio presto provare nuovi canederli.

      Grazie e complimenti per la tua vittoria e per la bellissima sfida proposta

      Elimina