giovedì 18 giugno 2015

Burger di pollo piccante con montasio marinato, friggitelli e salsa di mango




Pizzica, parole, gesti, sguardi e calici pieni di Salento, attraversando vigneti esuberanti, lungo il viale delle erbe aromatiche, abbandonando il castello dei religiosi situato fra le case sparse. Di fronte, un tramonto irreale emerge sul nostro cammino. Amo gli impertinenti tramonti salentini, capaci di richiamare l’attenzione di chi ha la fatalità di incontrarli, ma amo di più la tua fanciullesca voglia di voler fermare quell’istante perfetto e conservarlo per sempre.


Sfida eMMeTiChallenge n. 49 (fra poco saranno 50), con una rimbombante proposta fatta dalla vincitrice della scorsa sfida e ora terzo giudice ARIANNA (Saparunda) del blog Saparunda’s Kitchen.
Sono molto molto molto felice per la sua meritatissima vittoria. E poi Arianna ci ha regalato la sua splendida ricetta degli American Burger e, diciamoci la verità, a chi non piace un bel burger in un panino?
Perciò, non voglio perdere troppo tempo (la ricetta è bella lunga) e passo subito a presentarvi la mia versione, che se vi capiterà, vi consiglio di provare, poi mi direte. 



Ingredienti per due panini

150 g di farina 0

70 ml di latte 

10 g di burro

5 g di zucchero 

3 g di strutto

2 g di sale 

2 g di lievito di birra fresco

1/2 cucchiaino di miele

Per la superficie uovo, latte e olive verdi a rondelle

Ingredienti per il burger

150 g di petto di pollo macinato

Peperoncino in polvere

Olio evo

Sale

Ingredienti per i friggitelli

200 g di peperoni friggitelli

7 pomodori ciliegino

1 spicchio di aglio

2 cucchiai di olio evo

Ingredienti per la salsa

un mango

qualche goccia di limone

Altri ingredienti

1 pomodoro da insalata


2 foglie di insalata gentile

1 cipollotto

qualche goccia di limone

formaggio montasio

origano 

maionese

olio evo
 


Per i panini ho seguito le indicazioni di Arianna che riporto di seguito: “Intiepidire il latte, scioglierci il lievito con il miele e lasciar riposare per una decina di minuti. In una boule di vetro capiente setacciare la farina, formare una fontana, versare il latte poco per volta e lasciarlo assorbire mescolando con un cucchiaio di legno. Aggiungere lo strutto ed il burro a temperatura ambiente e il sale e lo zucchero. Impastare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Coprire con della pellicola e un panno e lasciar lievitare fino al raddoppio (1-2 ore). Prendere l'impasto, sgonfiarlo leggermente cercando di formare un rettangolo che poi piegherete (più o meno come un asciugamano): dividetelo idealmente in tre parti, sovrapponete la parte di destra al centro ed idem con la sinistra (al centro, sopra la destra). Ora rigirate di 90° e fate lo stesso. Far riposare così l'impasto, con la chiave (la parte della piega) rivolta verso il basso e coperto da un panno per una mezz'oretta. Formare poi i buns (con queste dosi mi vengono 4 panini da circa 80-90 g l'uno). Poggiarli su una teglia coperta da carta da forno e con il palmo della mano schiacciarli leggermente.Far riposare coperti da pellicola per una mezz'oretta.”  Accendere il forno a 180°C. Sbattere in un ciotolino l'uovo con il latte. Togliere la pellicola e spennellare la superficie dei buns con il composto di uova e latte.”

A questo punto disponete sulla superficie dei panini le olive tagliate a rondelle e quando il forno è caldo infornateli e cuoceteli per circa 20 minuti fino a farli diventare dorati. Sfornateli e fateli raffreddare.


Per il resto seguite questo procedimento:

innanzitutto preparate i friggitelli (i miei hanno tentato la fuga)


Lavateli, togliete il picciolo, divideteli e togliete i semi e i filamenti bianchi all’interno. Lavate i pomodori ciliegino e divideteli in quattro parti. In una padella mettete almeno due cucchiai di olio evo e aggiungete lo spicchio di aglio e i friggitelli. Fate cuocere a fuoco vivo, con coperchio per 5 minuti, mescolando di tanto in tanto. Abbassate il fuoco e lasciate andare per altri 10 minuti, sempre con coperchio. A questo punto togliete dalla padella i friggitelli e aggiungete i pomodori e lasciateli a fuoco dolce per cinque minuti, sempre con coperchio. Rimettete nella padella i friggitelli e fate amalgamare il tutto per altri 5 minuti.

Per la salsa al mango, pulite il mango, recuperate la polpa, frullatela con l’aggiunta di alcune gocce di limone.

Tagliate una bella fetta di formaggio montasio e spalmatela con olio e origano. 

Tagliate il cipollotto a metà.

Preparate il burger lavorando la carne macinata, con peperoncino, olio e sale.

Arroventate una piastra e iniziate a cuocere il burger di pollo, sigillando con temperatura alta da ambo i lati, a questo punto abbassate la fiamma e cuocete, rigirandolo di tanto in tanto. Quando siete prossimi alla cottura, piastrate il cipollotto, una fetta di pomodoro e il formaggio montasio.



Dorate le due metà del panino e componete l’hamburger nel seguente modo: spalmate un velo di maionese sul panino, adagiate il burger, 


la fetta di pomodoro grigliato, il cipollotto, 


la foglia di insalata, il formaggio grigliato 


e infine i friggitelli.


Servite l’hamburger con la salsa di mango e come contorno gli ottimi friggitelli rimasti.


Con questa ricetta partecipo alla sfida eMMeTiChallenge n. 49 proposta da Arianna del blog Saparunda’s Kitchen.
 





13 commenti:

  1. Mi hai tentata con questo panino e soprattutto con i peperoncini verdi sul burger di pollo...ma quella salsa di mango mi chiama a gran voce! :-P
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Annalù, sono contento che ti sia piaciuto il mio burger di pollo e la salsa di mango è stata molto buona :-)

      Un abbraccione a te e a Fabio

      Ciao

      Elimina
  2. Mi ritrovo a scriverti sul treno, dal cellulare, quindi perdona vari errori grammaticali e anche parole che non esistono o che non ci azzeccano niente che "lui" vive di vita propria...

    Penso ai tramonti salentini a cui non ho avuto il piacere di assistere (sono stata solo a Brindisi, Ostuni, Alberobello...e solo da bambina) e all'amore per la tua terra che traspare così limpido da ogni tuo post.
    E non solo, perché penso a questi magnifici tramonti e mi sembra quasi di essere lì, lungo il viale di erbe aromatiche... E vorrei fermare quell'attimo... Quello in cui il tramonto è perfetto, è solo uno, dura pochi istanti... Magari fosse possibile!
    Ma veniamo a non è a questo meraviglioso panino! L'idea delle olive mi piace tantissimo, da un tocco nuovo, originale e sopratutto di sapore in più.
    Poi quella polpetta di pollo piccante.... Ed io adoro il peperoncino, non sai quanto (faccio spesso a gara con un amico calabrese quando ho sottomano habanero, Trinidad scorpione etc...e indovina chi vince? :P ) ma quello che mi colpisce di più è che riesci a rendere il pollo morbido e succulento (mica mi sono scordata del chili con cui hai vinto!!!), cosa difficilissima sopratutto se si parla di polpetta alla piastra. Complimenti!
    Passo poi sai friggitelli, che a Roma almeno trovavo... Mentre qui son merce rara. E piango perché mi mancano!!
    E la salsa al mango in cui mi tufferei e che con il pollo immagino ci stia divina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mente. (sapevo che il cellulare prima o poi mi avrebbe giocato qualche brutto scherzo!)
      Grandissimo Cristian,

      Elimina
    2. Aridaje... E che è!!! Dicevo...
      Grandissimo, Cristian! Io ancora devo trovare il giorno giusto (assenza del marito) per sperimentare con il mango nei salati.
      E finisco con il montasio marinato e poi piastrato, che deve essere una di quelle cose... Ma di quelle cose... Che ti fanno sbavare anche alle sette e mezza di mattina. Appunto.
      :)

      Elimina
    3. Ciao Sapa! Mitica terzo giudice.

      La tecnologia è bella ed ha semplificato tante cose ma è anche vero che ci ha creato tanto problemi che prima, semplicemente, non avevamo ;-)

      Grazie per tutte le belle parole che mi hai scritto e convinci tuo marito a sperimentare il mango sui salati, vedrai che alla fine sarà contento anche lui di aver provato questa esperienza :-) anche se devo dire la verità fino a qualche anno fa anche io ero poco propenso a provare sapori lontani dalla mia mediterraneità, ma una volta provato, se piace, diventa un qualcosa a cui non si può fare a meno

      Elimina
  3. Risposte
    1. Grazie! ma non è fantasia, è realtà ;-)

      Elimina
  4. I friggitelli che adoro, il burger di pollo speziato, il montasio passato in piastra, il mango.. non c'è una cosa che non mi piaccia di questo panino. Lo mangerei anche ora, alle 8.40 del mattino :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola, sono contentissimo che ti piaccia tutto del mio panino, ma si dai anche di mattina presto può andare, dà la giusta carica per la giornata :-)))

      Elimina
  5. Frigitelli e tutto il resto ok. Il burger di pollo proprio no :-(( mi spiace.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao mitica Edvige, bisogna provarlo per credere, poi ovviamente può iacere o meno.

      Buona giornata anche a te

      Elimina
    2. Se me lo fai tu lo provo ma farlo io Noooo :-(( ciaooooo buona domenica.

      Elimina