giovedì 25 giugno 2015

Capasanta in navigazione su vele di parmigiano reggiano in fonduta di parmigiano reggiano e birra e uova di lompo per #PRChef 2015




Coinvolgente sfida quella del contest di Parmigiano Reggiano Chef 4Cooking #PRChef 2015

L’invito di Parmigiano Reggiano è quello di creare piatti originali utilizzando soltanto 4 ingredienti a scelta, incluso, ovviamente, il Parmigiano Reggiano.

Così, mi sono voluto mettere in gioco e provare a creare un piatto particolare utilizzando due differenti stagionature di Parmigiano Reggiano. Stagionatura di 22 mesi per la fonduta, l’ipotetico mare in cui si trova a navigare la capasanta e di 36 mesi per creare le vele di questa fantasiosa imbarcazione.

In questo modo abbiamo non solo due diverse consistenze, una più morbida e vellutata con la fonduta di parmigiano e birra e una croccante con le cialde a forma di vela, ma anche sapori diversi, la fonduta più delicata e avvolgente per non sovrastare il sapore della capasanta ma anzi per esaltarlo e le cialde, più sapide e saporite per creare un contrasto di sapore.

Ho scelto il Parmigiano Reggiano stagionato 22 mesi per fonduta perché è molto solubile e si lega ottimamente con un liquido, nel mio caso la birra.

Invece, per le vele (cialde) ho scelto il 36 mesi, in quanto le cialde che avevo in mente non necessitavano di una particolare modellatura, che avrebbe invece reso più adatto un parmigiano di stagionatura inferiore; infatti nel mio caso le cialde dovevano essere triangolari e piatte ma soprattutto molto croccanti e saporite.

Non ho utilizzato sale in quanto la naturale sapidità del parmigiano e delle uova di lompo era sufficiente secondo me a contrastare la dolcezza della capasanta, che ha acquisito un sapore particolare grazie alla marinatura nella birra.

Ingredienti per due persone:

per la fonduta di parmigiano

50 g di Parmigiano Reggiano 22 mesi

50 ml di birra chiara

per le cialde

30 g di Parmigiano Reggiano 36 mesi

inoltre

2 capesante

1 bicchiere di birra chiara per la marinatura

1 cucchiaino di uova di lompo rosse


Come prima cosa puliamo e laviamo le capesante e mettiamole a marinare nella birra per circa un’oretta.

Prepariamo le cialde. Grattugiamo il Parmigiano Reggiano 36 mesi, mettiamone metà in una padella antiaderente dentro un coppapasta quadrato. Una volta sciolto e dorato, aspettiamo che si raffreddi un po’, togliamolo dal coppa pasta e dividiamo il quadrato in due triangoli. Ripetiamo l’operazione per ottenere altri due triangoli.

 
Prepariamo la fonduta. Grattugiamo il Parmigiano Reggiano 22 mesi. Scaldiamo la birra fino a portarla a 50° C, spegniamo il fuoco, aggiungiamo la birra al parmigiano reggiano grattugiato e mescoliamo bene fino ad ottenere un liquido liscio e cremoso.

Scaldiamo una padella, scoliamo le capesante dalla marinata, asciughiamole bene tamponandole con della carta da cucina. Adagiamo le capesante sulla padella ben calda e cuociamole prima su un lato e poi sull’altro per un paio di minuti.

Mettiamo in ciascun piatto la fonduta di parmigiano reggiano e birra, una capasanta, le cialde triangolari di parmigiano e completiamo con le uova di lompo rosse.

Piatto veloce (a parte la marinatura della capasanta che comunque non è impegnativa), essenziale, gustoso e semplice.


Con questa ricetta partecipo al contest di Parmigiano Reggiano Chef4Cooking.

http://4cooking.parmigianoreggiano.com/

4 commenti:

  1. Molto buono piacerebbe a maritozzo a me no non amo le capesante. Bravissimo ormai sei un maestro. Buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Edvige! Allora se al maritozzo piacciono devi fargliela assolutamente è buonissima.

      Buona domenica anche a te

      Elimina
  2. dire originale è poca cosa! Mai piaciuto così tanto "andar x mare"...
    buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Letizia, grazie per i complimenti.

      Elimina